>> Login Sostenitori :              | 
header-1

RSS 2.0
menu-1
fdffree99

Benvenuti nel Kali Yuga bioetico
Roberto Dal Bosco | Elisabetta Frezza

La guerra è cominciata. E non ve lo dicono.
Maurizio Blondet
Gli atti di provocazione inaudita si susseguono mentre gli «alleati europei» son ben lieti di restarsene ciechi e sordi. Si giunge a contemplare la distruzione dell’immenso corpo russo con le medesime modalità impiegate in Siria ed Iraq. Numerose e pericolose sono le esercitazioni e le movimentazioni di truppe in corso al momento che coinvolgono surrettiziamente Kiev nelle strutture militari comuni. La Russia è certo che non resterà semplice spettatore di questa situazione.
Non lo ha fatto l’ISIS. Sono gli ucraini, per l’Occidente e i suoi valori
Maurizio Blondet
Stavolta i decapitatori non sono i fanatici del Califfato: sono quelli del Pravi Sektor, dei battaglioni pagati dall’oligarca Kolomoiski, quelli che l’Europa difende e protegge perché – al contrario dei russi – «aderiscono ai nostri valori»: libero mercato, democrazia, eccetera. Tradizioni che i nuovi ucraini europeizzati stanno solo rinverdendo.
Sotto l’Impero del gretto bottegaio
Maurizio Blondet
Sarebbe ora di svegliarsi dall’illusione che nella UE esista un’uguaglianza giuridica tra gli Stati membri e viga qualche forma di democrazia. La quantità di tedeschi in posizioni-chiave nella UE è diventata spropositata, senza precedenti. Un fronte compatto teso a controllare il processo legislativo e le iniziative parlamentari. Dietro vi è la firma diretta della Cancelliera, un ruolo che Angela sta cominciando ad esercitare sempre più apertamente e senza infingimenti
Dove Adolf vinse. E dove perse
Maurizio Blondet
Si sa: le iniziative hitleriane – a differenza delle Rooseveltiane, disastrose – sono ignorate quando non criminalizzate, anche se ebbero un successo stupefacente, sia economico che sociale. Ma al contrario di quelle USA conobbero un enorme fallimento politico. Come i «successi» dell’odierna Germania, anche quello fu pensato per i tedeschi, su misura della loro mentalità e virtù collettive, e a loro vantaggio esclusivo. Il che contiene un ovvio insegnamento per i nostri politici.
Abbiate paura, tanta paura. Ancor più paura.
Maurizio Blondet
Succede sempre così: le migliori informazioni sulle intenzioni terroristi islamici si scoprono nei computer portatili che quegli sbadati abbandonano in un bar o dimenticano in un aeroporto. Naturalmente, un ingenuo potrebbe chiedere: se l’ISIS non è pericolosa per Israele, perché mai è tanto pericolosa per gli Stati Uniti?, ed in grado di far esplodere una grande città americana al di là dell’Atlantico, o di spargere attentati e peste bubbonica in Scozia? Ma non dovete farvi la domanda. Dovete solo aver paura. Tanta paura. Specie se siete goy.
La NATO è di legno. E Putin ha vinto (ancora)
Maurizio Blondet
In pieno vertice NATO, la politica americanista- bellicista è stata polverizzata. Era tutto di legno. Sopratutto le teste, a cominciare da quella di Rasmussen. Putin e Lavrov hanno condotto la guerra di quinta generazione – quella che i legnosi non si aspettavano. Il blocco ha ancora le sue carte da giocare, i suoi colpi bassi e i suoi false flag, ma al momento è lecito domandarsi: la sua hubrys porterà l'Alleanza verso l’autodistruzione?
Se non usciamo dall’Euro(pa) facciamo la fine dei topi
Maurizio Blondet
Tutte le previsioni di crescita vengono limate, si rivelano false, ottimistiche fino al delirio: è anche questo effetto della deflazione solidamente insediata. I medici da Lager ci hanno dato la medicina sbagliata, la chemioterapia, per due anni in tutta Europa. Per di più il pericolo di guerra è reale e imminente. Passivi come agnelli (o come capponi) ci lasciamo macellare uno ad uno, licenziati, falliti, suicidi... Perché al fondo di questa crisi, sarà non tanto la bancarotta (magari!), bensì la fine del topo.






Cattolicesimo
I presìdi divelti
Maurizio Blondet
Nel deporre il triregno con solenne sacramentale, Paolo VI strappò «qualcosa che tratteneva» il potere politico dal manifestarsi come mera forza bruta, forza di violenza e menzogna, satanicamente dedita a spargere il caos e la violenza, la morte fisica e la morte spirituale di questa generazione. Oggi, lo scopo finale del nemico che domina nel mondo è spegnere dai luoghi sacri la Presenza Reale. Nella fuga dei cristiani in Iraq (e Siria, ed Egitto) non basta vedere solo la catastrofe umanitaria. Per mezzo dei suoi sgozzatori sta spegnendo le luci del mondo, una dopo l’altra.
Il perdono di Assisi
Luciano Garofoli
Russia
Avanzata dell’Esercito di Novorossia
Margarita Nekrassova
Kiev ha urgenza di trascinare l’Occidente in guerra per scongiurare il fallimento
Maurizio Blondet
Il collasso economico è imminente – causato da quello dell'Est russofono, di cui il regime sta bombardando e distruggendo le infrastrutture – ed è per questo che la giunta di Kiev non ha altra...
Europa
«Per paura di Putin fanno rinascere l’Impero germanico!»
Maurizio Blondet
La vera potenza emergente, altro che la Russia... è la Germania. Ma davvero – direte increduli – la Germania coi suoi satelliti, dominati e vassalli (che per abitudine chiamiamo «Europa») può rivaleggiare e sfidare l’Impero americano? Sta di fatto che gli USA dovrebbero temere proprio il...
Le spie USA ad Angela Merkel: non c’è alcuna invasione russa
Redazionale
Un gruppo di importanti veterani dell’intelligence americana ha scritto una lettera aperta ad Angela Merkel, nella quale pregano la Cancelliera di non cadere nella trappola della disinformazione. Non c’è nulla di vero, dichiarano, nelle frenetiche notizie sulla pretesa “invasione” russa...
Politica Interna
Renzi ha fallito! E tutti contenti…
Maurizio Blondet
Dopo solo 33 settimane, un governicchio prima adulato ed esaltato alle stelle viene gettato nelle stalle: chiamiamo la Troika, cambiamo verso, che bello che Renzi ha fallito, se lo merita, è così presuntuoso... Ricordiamo che siamo costretti a giocare un gioco con le regole che vogliono loro,...
Il nostro Nemico di classe, pubblico parassita
Maurizio Blondet
Noi gemiamo sotto l’austerità: ma a gemere siamo solo noi contribuenti tartassati, disoccupati, travolti dalla depressione economica; lorsignori, invece, stanno bene come prima, anzi più di prima. Sono dei loschi pretoriani del potere che stanno occupando le casse pubbliche e le devastano,...
Altre Religioni
Avanza il Dajjal. Nostro nemico comune
Maurizio Blondet
È all’opera una volontà evidente, preternaturale, di occludere tutti i canali di grazia, obliterare «l’arcano, l’invisibile»; un vero e proprio odio per il sacro, una desertificazione spirituale, un parossismo iconoclastico in nome della «purezza» della fede dove il wahabismo pare...
In Siria, l’Islam fa bancarotta
Maurizio Blondet
Dovunque si volga lo sguardo, l’islamismo sta provocando il rigetto delle popolazioni, perché esclude invece di includere, perché è mossa dall’odio invece che dalla generosità. Fino al punto che l’osservatore deve concludere che ad essere inumano e fallito non è l’islamismo salafita,...
Costume & Società
Un mostro come tanti. Come noi
Maurizio Blondet
La società è piena di barbari cresciuti – l’uomo-massa felice di essere «quello che già sono» senza alcuna ambizione di migliorarsi – pronti ad esplodere in gesti spaventevoli (come sgozzare l'intera famiglia). Altrettanto prontamente compariranno le categorie («femminicidio»)...
SLENDER MAN: un demone per l’infanzia
Roberto Dal Bosco
Scienze
Verso l’eugenetica nazi - democristiana
Roberto Dal Bosco Elisabetta Frezza
L’uomo, eterno giovane
Maurizio Blondet
L’uomo, quando compare nel paesaggio, non è mai un «primitivo», ma sempre con una «cultura» assai complessa, ha bisogno di «darsi ragione» del suo essere al mondo. Così, quelle impronte apparentemente di 900.000 anni fa non dovrebbero esistere. Invece sono lì. Una precocità...
Medioriente
Decapitazioni. Una co-produzione Rita Katz
Maurizio Blondet
Ecco il marchio d’origine controllata! Colei che ha le skills per scoprire il video PRIMA che il Califfo lo dirami! Un’esplosiva immaginazione abbinata ad un solido senso degli affari, buon sangue non mente! Dopo Bin Laden la sua fama sembrava appannata. Invece no! Ella è tornata!...
Il Califfo: un altro pretesto per «vendere» l’attacco USA contro la Siria
Maurizio Blondet
Le democrazie occidentali volevano aiutare gli islamisti, che loro armavano addestravano e pagavano, a rovesciare Assad. Adesso, lo vogliono fare per fermare i medesimi islamisti; li stanno bombardando un pochino i Iraq, ma è inutile: se non li si bombarda anche in Siria è impossibile vincerli....
Americhe
Ad Obama scappa una verità. Fra le menzogne
Maurizio Blondet
Nelle riflessioni delle giornate scorse fra Casa Bianca e Pentagono, l’imbarazzante situazione ha preso la seguente forma: come bombardare i tagliagole del califfo senza «aiutare il regime di Assad»? Le soluzioni proposte hanno finito per sembrare folli persino ai folli del Dipartimento di...
Russia delenda est. E Obama si chiude in sé
Maurizio Blondet
È sempre più evidente che dalla Russia si vuole solo la capitolazione completa, la resa incondizionata. Il clima psicologico può rendere inevitabile un intervento bellico, perché gli USA accellerano per la spallata finale. Mosca non ignora che sarà posta nella condizione della decisione...
Economia
Le Banche Centrali vi regaleranno i soldi (basterà esibire il 666)
Maurizio Blondet
Compensare il lavoro non è assolutamente nei desideri dei giganti della finanza. Il lavoro dà diritti, dà – soprattutto – dignità. Allora, per dare un ricostituente all’economia e farla...
Padoan: «Ci siamo tutti sbagliati». No, tutti no.
Maurizio Blondet
Il potere promuove ed apprezza molto il genere di cretini che volontariamente non arrivano mai troppo presto alla verità, perché nuoce alla carriera. Solo per questa loro abilità essi sono tanto...
Opinioni
Porto Cervo, Kolyma
Maurizio Blondet
Datemi del pazzo, ma tra l’universo concentrazionario sovietico e l’apparato tributario repressivo-ficcanasale attivissimo in Costa Smeralda, c’è sì una differenza grande: ma è solo una differenza di grado, non di natura. Basta un tuffo nelle memorie sovietiche di un Kapuscinski che si...
«MEETING», il fumo tossico di CL
Roberto Dal Bosco | Piero Vassallo
Asia & Africa
Delhi passa con Putin. E cambia tutto
Maurizio Blondet
Lo SCO comincia a giocare il ruolo di contrappeso dell’attività della NATO in Asia, perché con l’entrata del gigante indiano rafforza la strategia di Putin di creare un contraltare credibile alle imposizioni americane. C’è qui un’evidente e profonda valutazione degli interessi a lungo...
FUKUSHIMA, dalla tragedia al Manga per sconfiggere la vergogna nazionale
Redazione
Ebraismo
Nuova ferocia d’Israele? Tranquilli, è solo il Regno Mondiale che nasce
Maurizio Blondet
Assistiamo alle doglie del parto del Nuovo Governo Globale, con l’annessa Nuova Religione Mondiale, verso il felice futuro Regno d’Israele globale a cui la Chiesa sembra pronta ad assoggettarsi, regno in cui godrà di metratura uguale alle altre false religioni. La frenesia di ferocia genocida...
Kabul? No, Tel Aviv. Ed altre demenze
Maurizio Blondet
Anno dopo anno, la «religione» ebraica aggrava tutti i suoi sintomi (come ogni altra psicosi) cronicizzandosi con il passare del tempo, portando gli individui che ne sono colpiti a comportamenti irrazionali e deliranti. Ovviamente ciò è pericoloso soprattutto sul piano politico internazionale,...
Storia
Sbarco in Normandia: la storia vera
Maurizio Blondet
Anche per il grande sbarco, la storia dovrebbe rettificare il mito delle gesta eroiche del liberatore accolto degli evviva di un popolo riconoscente. Alcuni dettagli non verranno mai commemorati dalle celebrazioni ufficiali e dalla retorica hollywoodiana seguente, tra questi lo tsunami sessuale,...
Adolfo Gòmez Ruiz: «Todo un hombre»
Luciano Garofoli
Pedagogia
Pedagogia di lassù
Maurizio Blondet
Questo racconto, piccolo omaggio alla bambina più eroica di cui abbia mai sentito, sarà inteso da molti come una prova della crudeltà del Cielo e farà inorridire la pedagogia vigente oggi, che risparmia ai bambini ogni durezza. La pedagogia di lassù è chiaramente diversa, contraria.
La dottrina dello Stato che ci fa peggiori
Maurizio Blondet
La dottrina dello Stato minimale spiega tutto. Perché non abbiamo più preteso niente da noi, ed è questo il risultato. Quello che ci opprime è lo Stato «minimo» che ha rinunciato ad educare e ad orientare le vite da cui si fa mantenere; è diventato tanto diseducativo che ha raggiunto la...
prova
World News:
Suggeriamo :
Lettere:
La partita della noia
Se ha avuto un merito la partita bergogliana è stata quella di averci dato un fulgido esempio di cosa sia la Noia, il tedio, il vuoto, il patetico. Il
Per la libertà
Spettabile redazione, apprendo quasi per caso, che la Lega Nord promuove la raccolta di firme per alcuni referendum abrogativi.
Lettera a mia figlia
Gentilissima redazione, Domenica 13 u.s. si è tenuto a Terni, presso il museo diocesano, un incontro, organizzato dalla locale sezione della Manif pour tous, dal titolo «Si potrà ancora dire...
Perché difendo Bergoglio
Caro Maurizio, se posso permettermi un pensiero, credo non utile esternare o provocare ulteriori crisi di fiducia verso il Papa. Più per il cattivo uso che i lettori farebbero delle tue...

NUOVI LIBRI EFFEDIEFFE:

Libreria Ritorno al Reale

EFFEDIEFFESHOP.com
La libreria on-line di EFFEDIEFFE: una selezione di oltre 1300 testi, molti introvabili, in linea con lo spirito editoriale che ci contraddistingue.

Servizi online EFFEDIEFFE.com

Archivio EFFEDIEFFE : Cerca nell'archivio
EFFEDIEFFE tutti i nostri articoli dal
2004 in poi.

Lettere alla redazione : Scrivi a
EFFEDIEFFE.com

Iscriviti alla Newsletter : Resta
aggiornato con gli eventi e le novita'
editorali EFFEDIEFFE

Chi Siamo : Per conoscere la nostra missione, la fede e gli ideali che animano il nostro lavoro.



Redazione : Conoscete tutti i collaboratori EFFEDIEFFE.com

Contatta EFFEDIEFFE : Come
raggiungerci e come contattarci
per telefono e email.

RSS : Rimani aggiornato con i nostri Web feeds

effedieffe Il sito www.effedieffe.com.non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare e contraddistinto da una testata", come richiede la legge numero 62 del 7 marzo 2001. Gli aggiornamenti vengono effettuati senza alcuna scadenza fissa e/o periodicità Podere Piscino - Proceno (VT) - Tel. 0763-710069